Sesso a tre con la mia scrittrice preferita

Dopo quel piccante gioco con la rappresentante delle studenti Samantha e le sue amiche, le giornate alla clinica Colombo scorrono tranquille: non è facile ambientarsi nuovamente, specie per un’insicura cronica come me, fortunatamente sono tutti davvero carini e gentili. Oltre a Vanessa, la mia compagna di stanza, ho anche legato molto con Fulvio. In realtà lo trovo anche attraente, ma a quanto ho capito è fidanzato e soprattutto non mi fido molto dei ragazzi al momento. Ogni volta che ho un attimo di pace, mi torna in mente l’ultimo incontro con Alessio in cui preferisce la dottoressa Giulia a me, oppure lui che esegue i suoi ordini. Fortunatamente fanno capolino anche altre immagini, soprattutto quando mi accarezzo: Samantha e le sue amiche in intimo oppure il sogno ubriaco in cui facevo sesso con Monica. Oggi però ho altro a cui pensare: finalmente vado con Vanessa alla presentazione del nuovo libro di Ramona, siamo entrambe fan dei dei suoi romanzi. Racconta di sesso, anche piuttosto estremo ma con una sensibilità molto femminile, si capisce che sono situazioni che ha vissuto realmente e non pura finzione. Quando aveva 18 anni la sua prima esperienza è stata con un ragazzo che l’ha trascinata in un gioco perverso fatto di ricatti, orge e sottomissione. Tutto ciò le ha fatto capire la sua vera natura e dopo aver preso in mano la situazione, ha iniziato a viaggiare e vivere fantastiche esperienze. Oltre a scrivere, partecipa a diversi programmi TV in qualità di giramondo ed esperta di sessualità, inoltre fa delle live su Twitch in cui il pubblico può sfogarsi e chiedere consiglio.

Insomma, sia io che Vanessa vorremmo essere un po’ come lei. Dopo la presentazione c’è la possibilità di farsi firmare la copia del libro e una foto insieme, ma c’è davvero tanta gente e siamo le ultime della fila, però abbiamo tempo e soprattutto tanta voglia di conoscerla. Finalmente eccoci faccia a faccia con il nostro idolo : capelli ricci e biondi, occhi castani, fisico minuto ma tonico e abbronzato, da atleta.
«Bè dovrò fare a entrambi una dedica speciale visto che avete avuto la pazienza di aspettarmi tutto questo tempo!»
Vanessa è in trance, resta lì a bocca aperta, lo sguardo inebetito dietro i suoi occhialoni da vista. Io non riesco ad articolare un discorso che non sia “ah.. uh eh”, però lei è carinissima e ci mette a nostro agio chiacchierando del più del meno. Quando scopre il mio nome e che provengo dalla Clinica De Luca inizia a guardarmi in un modo un po’ strano. Alla fine ci invita a casa sua per cena. Inizialmente la tempestiamo di domande riguardo i suoi libri e lei molto pazientemente ci sopporta. Quando iniziamo a metterci a cucinare tutt’e tre insieme, iniziamo però a parlare di un po’ di tutto, come se fossimo vecchie amiche. E’ molto interessata alla nostra vita in convitto, forse le serve ispirazione per il suo nuovo libro.
Dopo cena si offre di farci vedere in anteprima alcune puntate inedite della serie tratta dal suo primo libro “L’estate di Ramona”, che deve ancora approvare.
La situazione si fa piuttosto strana: siamo sul divano, lei è in mezzo a noi, sullo schermo parte la scena in cui l’attrice che la interpreta scopre che la sua migliore amica è coinvolta in un’orgia.

Improvvisamente inizia a toccarsi, i nostri sguardi sono imbarazzatissimi.
«Sono proprio stati bravi a realizzare questa scena. Ovviamente noi eravamo più impacciate, comunque mi sta facendo eccitare un sacco. Ragazze non c’è niente di male! Non sentitevi in imbarazzo!»
Prende la mano mia e di Vanessa e se la infila negli slip, questa volta non è un sogno: sta succedendo davvero.
Cerco di massaggiarla come meglio posso sul clito, invece la mia coinquilina inizia a penetrarla piano piano con le dita, lei a sua volta a comincia ad accarezzarci il seno, scendendo poi sempre più giù… Siamo sedute sul divano completamente vestite che ci esploriamo le mutandine a vicenda. La prima a venire e Vanessa, che crolla sulle gambe di Ramona.
«Bene, ora tocca a te farci divertire»
La fa alzare, mentre la bacia, le sfila la felpa, scoprendole così una quarta abbondante. Sotto i suoi vestiti larghi non me ne ero mai accorta che fosse così formosa, certo, è anche bassa e grassa con un culone stile porta aerei, ma nel complesso è molto eccitante da guardare, soprattutto quando Ramona le toglie tutto mentre la morde qua e là. Poi come se fosse la cosa più normale di questo mondo, lascia cadere il suo vestitino sul pavimento, offrendo al nostro sguardo incredulo un paio di tettine sode e la pancia con un’accenno di addominali.

«Sono più eccitante dal vivo o nelle vostre fantasie?»

Vanessa non risponde ma inizia a baciarla attraverso gli slip che in breve tempo finiscono sul pavimento insieme al resto, lasciandola vestita con solo delle calzette lunghe fino al ginocchio. Ora sta guardando me, che al momento sono l’unica che non si è ancora spogliata. Non mi sento a mio agio: lei è così bella, anche Vanessa nella sua abbondanza è molto sensuale, io invece mi sento così sgraziata con questo corpo imponente e poco femminile. Ma è solo un momento, Ramona è su di me, mentre mi bacia, la camicetta si apre, i Jeans si sfilano e le sue dita sono dentro, mentre la mia coinquilina da dietro inizia a stuzzicarla con la lingua. Raggiunge il mio punto debole con una facilità disarmante, come se mi leggesse dentro, non posso fare altro che venire mentre la stringo forte. Quando il mio respiro si calma, si sdraia sul divano e ci guarda entrambe a gambe aperte come dire «Su, ora tocca a voi». Vanessa mi aiuta a spogliarmi completamente. Facciamo uno strano effetto una vicina all’altra: lei piccola, paffuta con gli occhiali spessi. I lunghi capelli capelli castano chiaro raccolti in una coda, il seno e il culone sporgente. Io mora a alta, capelli sciolti, qualcuno potrebbe definirmi una valchiria, ma pur avendo abbastanza curve, ho anche dei lineamenti severi e un fisico piuttosto massiccio. Comunque la nostra mentore ci sta entrambe divorando con gli occhi, quindi ora non c’è tempo per queste paranoie. Siamo in ginocchio a leccare il cespuglietto della bionda, le nostre lingue s’intrecciano in un bacio a tre piuttosto particolare, inizia a spingere le nostre teste sempre più forte fino a quando non esplode in un’orgasmo sincero.

«Ora che ci siamo conosciuti meglio direi che può iniziare il vero divertimento»

Ci conduce nella sua camera da letto, sembra davvero un sogno: esploriamo i nostri corpi, scopro zone sensibili che non credevo di avere, un ciclo continuo di dare e ricevere piacere. A un certo punto sono sopra Vanessa con il viso sprofondato nel suo seno abbondante, mentre Ramona ci penetra a turno con lo strap-on mentre massaggia l’altra lì e raggiungiamo il climax tutt’e tre insieme. Quando mi sveglio nel letto c’è solo un imbarazzatissima Vanessa e un biglietto.

«Purtroppo ho mille cose da fare per la presentazione del libro e sono già via, però ti lascio il mio numero. Ti devo parlare di una cosa importante, ma il momento adatto per farlo lo deciderai tu. Io ti aspetterò»

Note finali:

PROSSIMA PUNTATA

UN NUOVO INIZIO 4.1 – LAST CHRISTMAS (SVERGINO MIO CUGINO)

💥 CONTINUA A LEGGERE 💥