I vicini perfetti

Lorenza pensandoci si rese conto che per lei l’ideale sarebbe stato giocare con una coppia, tipo quei vicini che si erano trasferiti da poco.

Erano una coppia sulla quarantina. Lorenza era stata a bere il caffè da loro e se non aveva frainteso i loro discorsi indiretti, erano propensi, a giocare con una terza donna.

In verità, Lorenza aveva visto, senza volere, la vicina, Lara, baciarsi con una donna sconosciuta un giorno. Poi l’aveva vista anche un altro giorno fare lo stesso. Quindi, lei era bisex e bisognava vedere se il marito era disponibile ad accogliere una persona estranea come lei.

Un giorno, Lorenza si presentò per chiedere un poco di zucchero e evidentemente li aveva interrotti, mentre erano in camera da letto. Lei avrebbe voluto scomparire sotto terra e disse che non importava, ma Lara insistette perché entrasse in casa, spingendola in camera da letto.

Lì c’era Roberto che si stava segando. Il suo cazzo aveva una cappella rosso incandescente e senza dire nulla, lei iniziò a leccarlo, come se fosse il più buono dei gelati.

Lara entrò in camera, ma non si arrabbiò e prese ad accarezzarle i capezzoli da sopra i vestiti e poi le mise le mani dentro le mutandine, dove scoprì la sua fica più che umida. Lara spogliò Lorenza che continuava con il pompino mentre Lara prese a leccare la fica di Lorenza, a succhiarle il clitoride e a mordicchiarle le grandi labbra che aveva.

Lorenza cercava di non gemere, ma non ci riuscì e quindi Roberto incominciò a segarsi, mentre guardava sua moglie intenta nel cunniculung con Lorenza. Lorenza venne e Lara la baciò in bocca, mentre suo marito la penetrò da dietro in maniera improvvisa.

Lara smise di baciare Lorenza che la vedeva e sentiva i suoi gemiti e le sue espressioni di piacere, finché non venne con un grido. Il marito invece sborrò sopra le tette di Lorenza, che Lara si apprestò a leccare velocemente e con goduria.

Lorenza si ritrovò in bocca il cazzo di Roberto che doveva essere pulito e lucidato dal suo seme. Tutto questo si svolse senza parole, solo sentendo i loro gemiti e senza alcuna gelosia da parte di Lara.

Anzi, lei sembrava molto attratta da Lorenza e la baciò ancora una volta in bocca, mentre le stringeva i capezzoli facendole provare ancora più piacere. Lara a quel punto disse che voleva essere leccata e Lorenza iniziò a farlo. Lara le disse che finalmente realizzava il suo sogno perché era un po’ che pensava a lei. Lorenza le rispose non se n’era accorta, poi continuò a leccare e sentì la lingua di Roberto nel suo buco del culo, che le metteva un lubrificante e infine la impalò col suo cazzo lentamente fino a farglielo sentire tutto. Poi Roberto iniziò a muoversi lentamente, facendole raggiungere in pochissimo tempo più orgasmi. Nel frattempo, Lara si masturbava con un vibratore assai grosso, visto che Lorenza non riusciva più a leccarla.

Lara guardava suo marito inculare Lorenza, finché non le venne dentro. Lorenza a quel punto chiese se giocavano anche con altre donne e loro, le risposero che era la prima volta, anche se Lara aveva da tempo una storia fuori casa con la sua migliore amica.

Roberto disse che non sapeva che lei avesse una gran bella fica e poi obiettivamente con due donne gli tirava il cazzo più che con una.

A quel punto, i tre andarono in sauna e e nonostante il caldo si accoppiarono ancora con Roberto e Lara che apprezzavano, ognuno a loro modo, Lorenza.

Lorenza apprezzava moltissimo i seni grossi, ma non volgari di Lara con capezzoli grossi da succhiare a più non posso e che dire del cazzo grosso e lungo di suo marito? I tre si divertirono, finché ritornarono in camera e a quel punto Lorenza vide che era l’ora in cui sarebbe tornato il marito e tornò a casa propria.

Il giorno dopo si videro ancora e se possibile Lorenza godette ancora di più del giorno precedente. Probabilmente, Lorenza aveva trovato il suo ideale sessuale ovvero una coppia con lui con un gran cazzo e lei con seni abbondanti.

A questo punto, Lorenza non si sarebbe più dovuta chiamare l’insoddisfatta, in quanto, finalmente aveva trovato la piena soddisfazione sessuale, scoprendosi bisessuale. Tutto questo sesso le aveva fatto aumentare l’autostima e forse anche la bellezza perché si giravano a guardarla sia uomini che donne anche più giovani di lei.

Lorenza non sapeva quanto sarebbe durata la storia con i vicini, ma per ora godeva a più non posso, senza che suo marito sospettasse di nulla.

💥 CONTINUA A LEGGERE 💥